I Circuiti BANCOMAT® e PagoBANCOMAT® utilizzano la tecnologia Chip&PIN? Cosa vuol dire?
Dal Consorzio

De-Giuseppe-Post

Per la rubrica Dal Consorzio oggi intervistiamo Massimo De Giuseppe, dell’Ufficio Sviluppo e Standard del Consorzio BANCOMAT®, che ci spiegherà qualcosa in più in merito alla tecnologia Chip&PIN delle Carte.

I Circuiti del Consorzio utilizzano la tecnologia Chip&PIN per tutte le loro transazioni. Proviamo a spiegare singolarmente i due elementi.

Il Chip è un piccolo elaboratore elettronico che ospita un’applicazione di pagamento; l’applicazione del Chip delle Carte BANCOMAT® e PagoBANCOMAT® deve essere sviluppata seguendo le regole dello standard EMV che, congiuntamente alle Norme proprie del Consorzio, definisce un insieme di criteri che garantisce l’autenticità della Carta che sta effettuando la transazione.

Durante la transazione, la Carta riceve dal Terminale una richiesta di autorizzazione che contiene delle informazioni (ad esempio l’importo). L’applicazione presente sul chip della Carta controlla tali informazioni, le elabora e restituisce al Terminale un esito preliminare, confermando o meno l’autorizzazione. A questo punto il Terminale continua il controllo, e determina l’esito finale della transazione.

Nel corso della transazione, i nostri Circuiti richiedono sempre la digitazione del PIN, cioè il codice numerico personale che viene fornito al Titolare da chi emette la Carta. Il PIN viene passato dal Terminale alla Carta che provvede a verificarne la correttezza all’interno del suo Chip. E’ quindi una caratteristica di sicurezza ulteriore delle nostre transazioni.

Se volessimo riassumere in poche parole, il Chip garantisce che la carta sia autentica, il PIN garantisce che sia utilizzata dal suo Titolare.

Perché è così sicura come tecnologia?

I Chip utilizzati in ambito bancario devono essere selezionati all’interno di liste di prodotti certificati.

Essi subiscono processi di certificazione di sicurezza presso laboratori specializzati che garantiscono l’inviolabilità dell’hardware, del software e dei dati memorizzati all’interno del Chip. Alcune aree dati, inoltre, sono inaccessibili dall’esterno. In tali aree vengono memorizzate informazioni segrete, utilizzate dal Chip nel corso della Transazione (chiavi crittografiche e PIN). Tali caratteristiche rendono il Chip così sicuro.

Hai qualcosa da dire in più su questo argomento? Condividilo con noi lasciando un tuo commento. Tutti i commenti saranno sottoposti a moderazione secondo quanto indicato nella nostra policy.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 Ho letto e compreso l'informativa sulla privacy