Come funzionano le Commissioni Interbancarie
L'Abc

Commissioni

Le Commissioni Interbancarie sono quelle somme che vengono scambiate tra Issuer e Acquirer a fronte di ciascuna operazione di pagamento e di prelievo in Circolarità. In particolare, nei pagamenti è l’Acquirer che versa la somma all’Issuer; nei prelievi avviene il contrario.

La ragione per cui avviene questo scambio è consentire a tutti i partecipanti al Circuito di contribuire alla sicurezza e all’efficienza del sistema. Per stabilire quindi chi deve pagare la Commissione, si prende in considerazione chi tra Issuer e Acquirer effettua gli investimenti più rilevanti, tenuto conto del tipo di servizio. Dunque, in presenza di un prelievo è l’Acquirer a dover investire di più per garantire la sicurezza dell’ATM e di conseguenza è lui a ricevere la Commissione Interbancaria, pagata dall’Issuer della Carta usata per prelevare. In presenza di un pagamento è invece l’Issuer a dover investire maggiormente per la sicurezza della Carta, e dunque è l’Acquirer a pagare la Commissione Interbancaria. La misura massima delle Commissioni Interbancarie applicate e scambiate tra il Soggetto Emittente ed il Soggetto Acquirer cambia a seconda dei Circuiti, che le aggiornano a cadenza periodica.

 

 

Hai qualcosa da dire in più su questo argomento? Condividilo con noi lasciando un tuo commento. Tutti i commenti saranno sottoposti a moderazione secondo quanto indicato nella nostra policy.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 Ho letto e compreso l'informativa sulla privacy