La url è stata copiata

Il funzionamento della Carta su Internet

23 dicembre 2015

Sia nel mondo fisico sia nel mondo virtuale, alla base di qualunque pagamento con Carta ci sono essenzialmente due elementi: l’identificazione del pagatore e l’accesso al conto.

Quando si paga al POS, la Banca Emitente riesce ad identificare chi sta pagando ed il conto su cui addebitare il pagamento grazie alle informazioni contenute nel Chip e alla digitazione del PIN.

Quando si paga su Internet il principio è sotanzialmente lo stesso, con una particolarità: non avendo a disposizione un Terminale fisico con cui la Carta può dialogare, la Banca deve individuare modalità diverse per identificare colui che sta pagando ed il suo conto. Queste modalità sono normalmente costituite dalla digitazione di più codici in successione, da inserire sul web secondo le istruzioni ricevute dalla Banca.

Per garantire la massima sicurezza delle transazioni, può essere richiesta la digitazione di un codice usa e getta detto in gergo OTP (One Time Password), destinato a cambiare ad ogni pagamento. L’OTP può essere generato con diverse modalità e supporti: ad esempio attraverso un token, un sms, una mail.

Se quindi nel mondo fisico è essenziale mantenere sempre il possesso della Carta e garantire la segretezza del PIN, nel mondo virtuale è fondamentale mantenere il possesso dei supporti che generano l’OTP e garantire la segretezza di tutti i codici di riferimento.





Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Tutti i campi sono obbligatori.

Ho letto e compreso l'informativa sulla privacy