L’Omologazione dei Prodotti e dei Processi
Dal Consorzio

Pellini-post

Per la rubrica Dal Consorzio oggi intervistiamo Stefano Pellini, dell’Ufficio Sviluppo e Standard del Consorzio BANCOMAT®, che ci permetterà di capire come e perché il Consorzio BANCOMAT® garantisce un livello di sicurezza molto elevato per i propri Circuiti.

Come vengono tutelati i Circuiti BANCOMAT® e PagoBANCOMAT®? Cosa fa il Consorzio per la loro sicurezza?

Il Consorzio BANCOMAT® testa ed omologa sia i prodotti che i protocolli. Fa sì quindi che ogni parte del processo sia controllata e conforme ai propri requisiti. Questo per garantire la migliore sicurezza possibile a Titolari Carta, Commercianti e altri soggetti coinvolti in ogni singola transazione.

Cosa vuol dire testare i prodotti?

Il Consorzio controlla le Carte, in test di laboratorio molto accurati. Verifichiamo se il Chip, per quel che riguarda la componente domestica BANCOMAT® e PagoBANCOMAT®, è “scritto” nella maniera corretta, e se funziona senza errori. Una volta fatto questo primo controllo, ed ottenuto l’ok, si lavora assieme all’Issuer che deve emettere le Carte testate. In questa seconda fase l’Issuer, sulla base di una check-list inviata dal Consorzio, effettua delle prove reali di operazioni con Carta: operazioni di prelievo su ATM e di pagamento su POS, dandone poi prova (tramite scontrini di verifica ed evidenze di messaggistica) al Consorzio stesso. Se anche questa fase ha un esito positivo, per noi i test sono conclusi e viene emesso il certificato di omologazione del lotto carte.

E invece cosa succede quando si testano i protocolli?

Oltre a verificare che le Carte siano conformi a dei requisiti, testiamo la messaggistica: per Issuer ed Acquirer. In poche parole verifichiamo che i flussi di informazioni scambiati tra i soggetti coinvolti, sia per operazioni di prelievo che di pagamento, non solo non subiscano alcuna interruzione, ma siano anche completi: sia che la transazione venga autorizzata sia che venga negata.

Hai qualcosa da dire in più su questo argomento? Condividilo con noi lasciando un tuo commento. Tutti i commenti saranno sottoposti a moderazione secondo quanto indicato nella nostra policy.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 Ho letto e compreso l'informativa sulla privacy