Mario Cresci e la smaterializzazione del denaro
Dal Consorzio

cashless

Il quinto obiettivo per il Progetto CashlessCity? Riuscire a portare internet veloce nelle scuole di Bergamo. L’iniziativa– di cui il Consorzio BANCOMAT®, assieme ad altri importanti player del mercato dei pagamenti, è sponsor e promotore – punta a trasformare e a modernizzare gli istituti della città e, se nei prossimi quattro mesi dovesse essere raggiunta la quote di transazioni prevista, a fornire la connessione internet a 53 istituti bergamaschi.

E’ importante sensibilizzare i cittadini all’utilizzo delle Carte di pagamento, perché questo, ad esempio vuol dire avere un controllo maggiore delle proprie uscite. I bergamaschi lo stanno scoprendo da vicino, partecipando a questo progetto così importante, e ci danno anche testimonianza di quello che pensano.

Nel video di oggi Mario Cresci, affermato fotografo e visual designer e bergamasco di adozione dal 1992, ci parla del rapporto, suo e della città, che nel tempo si è sviluppato con i pagamenti tramite Carta.
A suo avviso Bergamo è stata sempre attenta ad un’economia “evoluta”, ragion per cui è stata scelta come città pilota di questo tipo di esperimento e – indagine.
Guardando al futuro Cresci pensa che lo scopo dovrebbe essere ridurre il più possibile l’impiego del denaro contante, per usare con fiducia le Carte: una forma di pagamento che, come lui stesso afferma, “sta in un pezzettino di plastica. Il futuro è la leggerezza, è usare la smaterializzazione del denaro in termini tecnologici e affidabili”.

Cashless su youtube
http://www.cashlesscity.it/
https://twitter.com/CashlessCity
https://www.facebook.com/cashlesscity

Hai qualcosa da dire in più su questo argomento? Condividilo con noi lasciando un tuo commento. Tutti i commenti saranno sottoposti a moderazione secondo quanto indicato nella nostra policy.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 Ho letto e compreso l'informativa sulla privacy