Circuiti BANCOMAT® e PagoBANCOMAT®: dati 2015
Dal Consorzio

Carte circuito Bancomat, atm, pos

L’uso degli strumenti di pagamento alternativi al contante è sempre più diffuso in Italia: tra essi riscuotono particolare successo le Carte di Debito e le Carte Prepagate, cui ricorrono principalmente gli italiani per pagare presso tutti gli esercizi commerciali e punti vendita dotati di terminale POS, oppure per effettuare prelievi e pagamenti all’ATM.

Ben 37 milioni delle Carte in circolazione al 31 dicembre 2015 in Italia recano i Marchi BANCOMAT®/PagoBANCOMAT®, anche in coabitazione con altri marchi di pagamento/prelievo.

Nonostante tale coabitazione, i titolari carta manifestano una crescente preferenza per i nostri Circuiti. Basti pensare che a fine 2015 i pagamenti su Circuito PagoBANCOMAT® hanno superato quota 1,4 miliardi, con un aumento di oltre il 30% negli ultimi tre anni, e con un valore medio per operazione pari oggi a 59 euro: valore decrescente nel tempo, a testimonianza di una maggiore inclinazione del cliente a eseguire con carta anche pagamenti di basso importo. Oltre 840 milioni sono invece le operazioni di prelievo da ATM tramite il Circuito BANCOMAT®, con un importo medio prelevato pari a circa 180 euro.

Ciò fa dei Circuiti BANCOMAT®/PagoBANCOMAT® i leader indiscussi della monetica nel nostro Paese.

Alla diffusione dei nostri Circuiti sulle Carte degli italiani e alla loro preferenza da parte dei clienti al momento del pagamento/prelievo hanno contribuito gli elevati standard di sicurezza adottati nel tempo. La sicurezza dei nostri pagamenti e prelievi è infatti garantita dalla combinazione Chip&PIN, mutuata dai più evoluti standard internazionali, che ha sostituito l’operatività della tecnologia della banda magnetica.

La maggiore propensione della clientela all’uso dei Circuiti BANCOMAT® e PagoBANCOMAT®, combinata a costanti investimenti in tecnologia e sicurezza, si traduce in un operato decisamente positivo dei nostri Circuiti e rappresenta un fattore di forte impulso all’incentivazione dei pagamenti elettronici.

 

Hai qualcosa da dire in più su questo argomento? Condividilo con noi lasciando un tuo commento. Tutti i commenti saranno sottoposti a moderazione secondo quanto indicato nella nostra policy.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 Ho letto e compreso l'informativa sulla privacy