Quali sono i comportamenti indispensabili per usare le Carte in modo sicuro?
Dal Consorzio

Allegritti-Post

Dal Consorzio di oggi vede protagonista Federica Allegritti, Responsabile dell’Ufficio Compliance del Consorzio BANCOMAT® che risponde alla domanda che molti utenti ci rivolgono: “Come usare la Carta in modo sicuro?

Bisogna anzitutto dire che la Carta è uno strumento personale, che deve essere custodito con cura. La Carta non deve dunque essere lasciata incustodita né essere ceduta o prestata ad altre persone, anche se fossero familiari o amici. Se un altro componente della vostra famiglia, come ad esempio un figlio, ha necessità di usare la Carta è sempre possibile chiedere alla Banca di emetterne una nuova. In questo modo ciascuno avrà la propria Carta con cui pagare o prelevare. 

Un altro punto di attenzione riguarda il Codice PIN. Per poter effettuare un pagamento o un prelievo è infatti necessario non solo avere la Carta ma anche digitare il PIN. Questo Codice è univoco e conosciuto esclusivamente dal Titolare Carta. Infatti, le Banche adottano sistemi sofisticati per la sua generazione ed il suo invio, proprio per garantire che resti segreto.

E’ chiaro perciò che anche il Titolare dovrà fare in modo che il Codice PIN ricevuto resti segreto. Pensiamo al caso in cui smarriamo il portafogli o la borsetta, che contengano sia la Carta che il PIN: i malfattori avranno a disposizione tutti gli strumenti per prelevare i vostri soldi e pagare con la vostra Carta.

Se registriamo il PIN sul telefono camuffandolo, siamo al riparo dai rischi?

Purtroppo l’esperienza insegna come anche questa soluzione non sia stata a volte vincente. Infatti è un metodo di conservazione molto usato ed è quindi anche il primo a cui il malfattore pensa. La Carta e il PIN non devono mai essere custoditi vicini o insieme, perché il rischio che possano essere associati è troppo elevato. L’unico modo veramente sicuro e consigliabile è imparare il PIN a memoria e in ogni caso non rivelarlo a nessuno. Del resto è uno dei codici che usiamo più spesso.

Hai qualcosa da dire in più su questo argomento? Condividilo con noi lasciando un tuo commento. Tutti i commenti saranno sottoposti a moderazione secondo quanto indicato nella nostra policy.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 Ho letto e compreso l'informativa sulla privacy